Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.

Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_bottom position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_top position below the search.

Aspetti organizzativi
Log in

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

1. Le Apostole del Sacro Cuore di Gesù hanno il compito di animare e guidare spiritualmente i gruppi della GFASC secondo la Spiritualità del Cuore di Gesù e nel Carisma di Madre Clelia.

 

2. Ogni gruppo deve avere l’équipe di coordinamento che favorisca il cammino.

a) Il Coordinatore: coordina il suo gruppo; guida gli incontri, è attento alle necessità del gruppo e alla partecipazione; fa attenzione ai problemi che si presentano: malattie, difficoltà familiari, altro…

b) Il Segretario: registra i momenti importanti vissuti dal gruppo; prepara un elenco con gli indirizzi di tutti i membri del gruppo e lo invia alla segretaria centrale.

c) Il Tesoriere: gestisce le attività di aiuto caritativo, le diverse iniziative del gruppo e le necessità della grande famiglia. La GFASC si mantiene con le offerte spontanee del proprio gruppo.

 

3. Ogni tanto è positivo rinnovare l’equipe di coordinamento per portare al gruppo nuova vitalità e dinamismo e offrire ad altri l’opportunità di esercitarsi nel servizio di coordinamento.

 

4. Gli incontri mensili si basano su quattro punti: 1)Preghiera iniziale: 10 Ave Maria per tutti i membri della Grande Famiglia GFASC, preghiera a Madre Clelia per le intenzione delle famiglie e delle vocazioni. 2) Lettura della Parola di Dio con la riflessione e la condivisione spontanea. 3) Lettura della Parola di Madre Clelia. 4) Testimonianze e impegno di vita.

 

5. Promuovere momenti speciali con la partecipazione dei figli coinvolgendo tutta la famiglia in questa esperienza di fede e di spiritualità.

 

6. Si coltivi la preghiera in famiglia e, in unione con tutti i devoti del Sacro Cuore, recitare in famiglia o da soli la preghiera dell’offerta della giornata.

 

7. La famiglia e le singole persone si impegnino a prepararsi per diventare animatori di altri gruppi, invitino altre famiglie a far parte del GFASC e a consacrarsi al Cuore di Gesù.

 

8. Ogni gruppo cercherà di fare l’adorazione eucaristica settimanale o mensile, secondo le possibilità. Dove è possibile si celebrino i primi venerdì del mese, partecipando alla messa e facendo la comunione riparatrice.

 

9. Valorizzare la direzione spirituale e la partecipazione assidua ai sacramenti e come formazione permanente, trovare tempo per leggere, riflettere e studiare i documenti della Chiesa, il Catechismo della Chiesa Cattolica e libri che parlano della spiritualità del Cuore di Gesù. Una cosa buona è fare l’abbonamento della rivista “Messaggio del Sacro Cuore” che è letta da moltissimi devoti del Sacro Cuore.

 

10. Quando una famiglia o una singola persona sente nel cuore il desiderio e la chiamata di appartenere all’Istituto delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù come laici impegnati nel cammino di vita cristiana, diffondendo la devozione al Cuore di Gesù secondo il carisma di Madre Clelia, prometterà l’adesione alla GFASC, leggendo la formula propria, nella festa di Madre Clelia o del Sacro Cuore di Gesù, alla presenza delle suore e delle altre famiglie.

 

11. Ogni membro della GFASC ha come apostolato specifico il compito di diffondere la devozione al Sacro Cuore di Gesù e a Madre Clelia con messaggi, foglietti e con la testimonianza della vita.

 

12. I gruppi possono essere formati nei luoghi dove vivono le comunità delle Apostole, nelle famiglie, nelle parrocchie o altrove. In parrocchia è importante avere grande sintonia con i parroci.